Fashion News:

Il diamante Taylor Burton, simbolo eterno di una grande storia d'amore

Quella tra Elizabeth Taylor e Richard Burton fu una grandissima storia d'amore, fatta di passione, liti terribili, riconciliazioni, due matrimoni e una cascata di diamanti che il grande attore shakesperiano amava regalare alla sua dea.

Uno in particolare, passato alla storia come il “Taylor-Burton diamond”, ben 68 carati con taglio a pera, originariamente tagliato dal famoso gioielliere americano Harry Winston. Il diamante fu acquistato nel 1967 dalla sorella  dell'editore statunitense Walter Annenberg che, ritenendolo troppo pesante per essere indossato, lo vendette durante un'asta a New York alla gioielleria Cartier per il prezzo record di un milione e cinquanta mila dollari.

Il giorno dopo Richard Burton, che aveva cercato invano di di aggiudicarsi il diamante durante l'asta, fece di tutto per averlo perché per lui “quel diamante era di una bellezza incomparabile e doveva appartenere alla donna più bella del mondo" finchè Cartier si arrese e appena il giorno dopo l'asta glielo vendette per 1.100.000 dollari. Cosa non si fa per amore... di Elizabeth Taylor.

Anche l'indimenticabile attrice dagli occhi viola, tuttavia, trovava questo diamante troppo pesante da indossare e così commissionò una collana su misura per sostenere il peso del gioiello.

L'attrice indossò il diamante in pubblico solo due volte: la prima a Monte Carlo per la festa dei 40 anni della principessa Grace di Monaco e la seconda durante la 42esima edizione degli Oscar. Dopo il secondo divorzio da Richard Burton, nel 1978 l'attrice vendette il diamante all'asta per cinque milioni di dollari al gioielliere di New York Henry Lambert. Attualmente il diamante è di proprietà del libanese Robert Mouawad che lo conserva a Beirut in un museo di sua proprietà.

Ma chiunque lo possederà mai in futuro questo gioiello resterà per sempre il “Taylor-Burton diamond”, simbolo di una delle più appassionanti storie d'amore di sempre.

Share :
Well done! Now you can subscribe our newsletter click here for registering.