Fashion News:

Dior by Christian Dior, 1947-1957: un libro per sognare

L'opera Dior by Christian Dior, 1947-1957, scritta da Olivier Saillard e illustrata da Laziz Hamani, ripercorre la storia del couturier attraverso le sue creazioni più emblematiche.

Per celebrare il suo 70° anniversario, la Maison pubblica Dior by Christian Dior, 1947-1957, edizioni Assouline, il primo volume di una serie di sette libri dedicati a Christian Dior e ai suoi successori. Nel corso della sua carriera, lo stilista fondatore ha rilasciato numerose interviste a magazine, ha partecipato a conferenze e, per ognuna delle sue sfilate di haute couture, dal 1947 al 1957, ha sistematizzato l'edizione di un "promemoria alla collezione" che, sebbene mai firmato, sembra essere l'eco perfetta dei suoi propositi. Christian Dior è uno degli stilisti che più si sono confidati sul proprio lavoro. A partire da tutte queste testimonianze, Olivier Saillard, storico della moda nonché direttore del Palais Galliera, noto anche come Musée de la Mode de la Ville de Paris, ha esplorato le varie collezioni per comporre i ritratti degli abiti emblematici di Christian Dior, quelli che, con il solo nome, la dicono lunga sulle ispirazioni e sulle ossessioni del couturier. Così il lettore si immerge nella storia di creazioni come Arizona, Billet doux, Caprice, Dalí, Nuit fraîche, Vénus o Voyageur. Per illustrare quest'opera, il fotografo Laziz Hamani, che ha già collaborato in più occasioni con la Maison, si è recato nei musei di tutto il mondo, da Parigi a Los Angeles, passando per San Francisco e New York, per cogliere lo stile Dior.

Dior by Christian Dior, 1947-1957, edizioni Assouline

504 pagine

Pubblicazione: dicembre 2016, in francese, inglese e cinese

 

Share :
Well done! Now you can subscribe our newsletter click here for registering.