Fashion News:

Paris Haute Couture, Jean Paul Gaultier SS 2019

Una collezione scanzonata, ricca di rimandi alla propria sfavillante carriera e ai temi a lui più cari, dal mariniere al fetish, dal grande mondo del circo a quello della danza. L’universo creativo di Jean Paul Gaultier è ricco di immagini oniriche, possenti e stralunate, un po’ come lui, con quella aria un po’ così, da artista impertinente, che non sembra mai invecchiare. Nel corpo e nello spirito.

Ieri come oggi tutto sembra così uguale, nulla sembra essere cambiato ed è francamente una sensazione tranquillizzante.

La sua nuova collezione Haute Couture spring/summer 2019 esprime tutta l’essenza di un artista che nella sua vita ha sempre fatto a modo suo, individuando e percorrendo una strada tutta sua che oggi ben lo caratterizza e lo distingue. Circondato come sempre dalle sue adorate muse, ecco che durante la sfilata una di loro, la divina Dita Von Teese, regina del burlesque dalla pelle di porcellana, entra avvolta in un abito dal design sublime, con gonna di tulle doppiato in seta champagne e un corpetto dalla cui scollatura si librando due ali, un’ideale proseguimento stilistico che rende ancora più sensuale e d’effetto la sua trionfale esibizione. Dopo di lei un tripudio di colori accesi e brillanti che esaltano le linee di kimoni letteralmente favolosi, gonne a conchiglia, vestiti leggeri e fluttuanti che disegnano un’idea nuova di femminilità con le donne soggetto e mai più solo oggetto di seduzione.

Le regole del gioco, si sa, sono cambiate ed è Gaultier, femminista della prima ora, a dare le carte. L’enfant terrible della moda francese non bara, anzi rilancia con la sua Regina del Mare che ha sulle spalle fauci da squalo. L’invito agli uomini è chiaro: guardatevi le spalle. Ma non si tratta di un #metoo in salsa francese, Gualter è sempre stato in prima linea nella liberazione della donna accompagnandosi nelle sue lotte  passionarie come Madonna e facendo dei suoi vestiti degli autentici manifesti di lotta. Alternativo, dirompente, fuori da ogni schema, irriverente: Gaultier è sempre Gualtier ed questi tempi è una delle poche certezze che ci rimane.

 

Mood: Tripudio couture
Lunghezze: tutte in una gara di seduzione tra mini e long
Volumi: tutti, sia skinny e seducenti che ampi e sontuosi
Colori: giallo, nero, bluette, arancione,
Tessuti: raso, seta, organza, mikado, pizzo, tulle

 

Share :
Well done! Now you can subscribe to our newsletter click here to register.